Posted in ____xxx on 20 novembre 2011 by aprilofpigs

 

Posso concedermi questo momento di verità e vanità.

Posso concedermelo perchè mai più che in questo periodo mi sono stancata di fingere.

Ho smesso di dire si sempre e ad ogni costo, ho finito di acconsentire che gli altri facessero di me e della mia vita strumento e mezzo della loro vita, mi sono perdonata qualche imperfezione.

Continuo ad essere tutto e il suo contrario, continuo ad assaporare attimi liquidi,

a restare sospesa nell’attesa di tutto.

Il mio momento di vanità e verità arriva da lontano, avanza impavido e avido, mi trascina lento nella sua rete,

mi fa credere di dominare, ma mi fa strisciare ai piedi del suo altare,

e, senza che io possa ne voglia oppormi, mi conduce alla perdita del senso e del sesso di me.

Non sono più io, non sono più mia, trovo significato perchè lo posseggo,

ma sono io stessa posseduta e mi lascio possedere dal potere, dalla carne, da un gioco che mescola piacere e dolore, dominio e sottomissione.

Il nostro colore è nero, il nostro colore è rosso, viviamo in una dimensione spazio/tempo che non ammette regole, catene, che non prevede appigli al reale, eppure ciascun attimo e ciascuna parola scambiata sono pesanti zavorre che ci riportano al qui ed ora,

a noi.

Leccherò le lacrime che io stessa ti farò versare, quando toccherò il fondo della tua anima e mi impossesserò di ogni momento di te.

Tua April

____ SO CHE SAI CHE LO SCRIVERO’______

Posted in sorpresa!, THOUGHTS with tags on 17 settembre 2011 by aprilofpigs

 

 

___ Se riesco a fare piazza pulita nel mio cervello di tutta la merda quotidiana, scriverò della notte scorsa, dei tuoi occhiali, di come li tiri su con l’ indice quando ti scendono sul naso mentre parli, nel gesto automatico del Nerd.

Parlerò della tua voce, di come sia cambiata la sua impostazione da timida a sicura, parlerò del mio stupore nel trovarti cambiato___un pò più uomo___ma sempre stronzo!

 

UN PO’ DI QUELLO CHE MI PIACE

Posted in Senza Categoria on 9 settembre 2011 by aprilofpigs

Le rotelle Haribo, la pizzetta al taglio, accarezzarti, il vino bianco, leggere libri d’amore, tattoos old school and japan style,

il gelato alla liquirizia, le fruste e i guanti di lattice, fumare alla finestra di notte, leggerti a voce alta il libro che sto leggendo,

Flowerbomb di Victor e Rolf, hot dog, gioielli in oro nero, Nina Zilli, i capperi, le borchie, il nero, Mina, Pane caldo o abrustolito,

casa minimale, patatine in bustina, i Griffin, Chiara Civello, le triglie al cartoccio, total black, Karaoke, le poesie di Salinas, aprire gli occhi e trovarti addormentato accanto a me,

tutta la sera in giro a cercare scarpe e non trovarle, Alicia Keys, la nutella quando mi sento sola e triste, H&M, Pocoyo,sentirmi dire che sono bellissima,

scrivere, lumache al sugo, Jamiroquai…..

un paio di cose che mi piacciono!

ME vs MYSELF

Posted in NON VA BENE, Senza Categoria, THOUGHTS on 3 agosto 2011 by aprilofpigs

E’ uno straordinario fenomeno da vivere,

lottare con me stessa è molto più arduo che lottare contro un altro essere umano.

Da un combattimento contro avversario esterno puoi sempre sottrarti

ma da te stesso nn hai scampo,sei onnipresente in te e di te onnisciente,

conosci i tuoi punti deboli e sferri attacchi impietosi senza darti tregua.

Ti riveli in forme varie ed eventuali, non ti è sconosciuto nessun tempo e nessuno spazio di te stesso.

Tormenti te stesso con ostinazione e pervicacia,

pur sapendo che la battaglia non porterà al vincitore alcun premio, ne gratificazione,

ma solo frammenti di cuore  da raccogliere e pezzi di dignità da cercare di rimettere insieme.

Stanotte avrei solo voluto un attimo di buio e silenzio

ma ho continuato a tormentarmi

per ore.

Penso…

se davvero potessi ancora conoscere quel sentimento che comunemente chiamiamo Amore..

allora nn sarei io stessa a tormentarmi, ma lui.

Perchè se fosse Amore noi stessi saremmo l’altro,

pur conservando ciascuno il suo essere, la sua vita, i suoi pensieri.

Se fosse Amore avrebbe una ragione tutto questo tormento e struggimento,

perchè avrei dalla mia parte poeti scrittori e amanti del passato e del presente

e potrei sentirmi meno sola e un pò consolata .

La dura lotta con me stessa è proprio questa,

quando l’altra me incalza

e mi sbeffeggia

“ma che Amore e Amore?!

ti pare che possa definirsi così ciò che potrebbe legarti a lui e che legherebbe lui a te?

Ripercorri tutti gli attimi e trova anche solo un segno di reciproca fiducia , sincerità,

condivisione”

“trovato?”

“bè…forse..un accenno!”

“un accenno? non basta..”

Poi non ho più le forze per confutare e replicare

ha ragione lei, cioè ho ragione io!

I grandi poeti sorriderebbero,

se Amore fosse, o potesse essere, sarei in grado di scriverne in ben più degna maniera!

_______KEEP SAFE! THIS IS A MIND MOVIE!

Posted in Senza Categoria on 24 luglio 2011 by aprilofpigs

Da piccola e per piccola intendo dire 10, 11, 12 anni___se faccio i calcoli ora mi spavento perchè lui ne aveva già 20, 21, 22 visto che na ha ben dieci più di me ( anagrafici )__ma torniamo a me…..

Da piccola leggevo un mensile che si chiamava MODA___lo divoravo___c’erano le solite rubriche di moda: le top del momento in abiti degli stilisti del momento_esempio: Naomi e Cindy in Versace, Claudia e Stefanie in Moschino, poi le rubriche sui cosmetici, qualche rubrica di psicologia, mooolta, mooolta pubblicità e poi c’era LA RUBRICA__  La posta del Cuore curata da Natalia Aspesi___o forse non era su Moda, la Posta del cuore, ma sul Venerdi di Republica ed ero già una adolescente___cmq sono certa che la Aspesi tenesse una rubrica su Moda. E come non menzionare sullo stesso filone la Posta del Cuore di Barbara Alberti, cosa avrei dato per avere da questa elegante signora da sempre affezionata ai sui capelli bianchi, un consiglio sulla mia vita sentimentale e sulle mie pene d’amore di allora, che poi più che consigli erano cazziate e moniti, temibili e terribili presagi, impossibili da non tenere in considerazione visto il tono perentorio e sicuro degli ammonimenti.

Le associo, le due scrittrici, giornaliste, sociologhe, madri e consigliere____portatrici di sacrosante verità e promotrici di un femminismo spontaneo e mai corrotto dalla modernità, ma ricco di quella saggezza ancestrale che  trascende l’ideologia o la matrice storica, saggezza aquisita vivendo la vita propria, ma anche e soprattutto ascoltando e osservando la vita delle donne che sempre sono state loro intorno, dalle madri alle zie , dalle amiche alle figlie, e leggendo non solo con gli occhi ma anche con la pancia le lettrici disperate di ogni tempo___le stesse pene d’amore traslate nei decenni__gli stessi errori, gli stessi tormenti, gli stessi tradimenti, gli stessi uomini.

Chissà cosa avrebbero a dire la Barbara e la Natalia delle cose che mi stanno succedendo in questi giorni. Cose che in fondo è inutile negare, mi sono cercata, e dai, non c’è davvero modo di dire il contrario! Non mi è bastato più quel tenero ragazzetto a cui allietavo le giornate facendogli soffiare la candelina piantata su un cornetto alla marmellata,, no, non bastava….. Per questa ragione ho ritenuto opportuno complicare il tutto con un over 40 dal fisico asciutto, e savoir faire oltraggiosamente irresistibile.

Uno di quei conquistatori seriali in cui tutte le donne, prima o poi, si imbattono, quelli romantici ma non smielati, provocatori ma timorosi di dio, rispettosi ma neanche tanto, inevitabilmente sposati e bugiardi.

E io? Io sorrido, passata una settimana il castello vacilla e ciò che sembrava non è più, ed  è tutto così chiaro che ora ne posso solo sorridere. Ci sono cose che non vuoi chiedere ( cit.), ovvero che non voglio chiedere, e che dunque sono elegantemente taciaute.

Mi basterebbe davvero chiederle, ma mi piace fare da me_immaginare, pensare, cogliere segnali, cercare le prove, raccontarmele da sola, per godermi in contemporanea lucidità l’ascesa ed il declino del principe, e prendere in mano la situazione, insomma vivere in bilico.

Natalia e a Barbara avrebbero confidato sulla mia capacità di discernimento, mettendomi in guardia sulla possibilità che il gioco a lungo andare avrebbe potuto farsi difficile e che se il sentimento avesse intaccato la lucidItà io sarei miserrimamente caduta su un pavimento troppo duro, e non su un tappeto d’ovatta. E io avrei sorriso beffarda, perchè il sentimento non è parola che mi si addice, ha da nascere l’uomo che riuscirà davvero a farmi innamorare, e non solo “deve da nascere” ma dopo che è nato “deve da cresce!”

Care Barbara e Natalia, grazie per gli insegnamenti che in tutti questi anni, prodighe, avete profuso tra noi donne, donne di diverse decadi ma sempre uguali. So per certo che appena vedrò le acque intorpidirsi saprò destreggiarmi e uscirne comunque pulita, voglio rassicurarvi, non cadrò miserrimamente e non vi scriverò in rubrica, neanche questa volta. 

______REST IN PEACE AMY________________

Posted in Senza Categoria on 24 luglio 2011 by aprilofpigs

____UN DOVEROSO TRIBUTO A D UNA DONNA CHE HA PISCIATO E CAGATO SULLA SUA VITA,

SUL SUO CERVELLO, SUL SUO CORPO

E CHE NONOSTANTE TUTTO E’ RIUSCITA A FARE QUALCOSA CHE RIMARRA’____

________MATCH POINT I______

Posted in NON VA BENE, sorpresa!, THOUGHTS on 22 luglio 2011 by aprilofpigs

 

ALLA FINE HA UCCISO L’AMANTE!